Polpette: origini e curiosità

polpette-storia
  • condividi

Data di pubblicazione

31 gennaio 2018

Le polpette, piatto stabile e famoso della cucina italiana, si possono mangiare fritte, al forno o in padella. Sono una ricetta facile e sfiziosa che mette d’accordo tutti a tavola.

Le polpette hanno origini antichissime, si è sentito parlare di loro sin dal Quattrocento nei manuali di cucina dell’epoca. Nel corso dei secoli la loro preparazione è cambiata, potevano essere cotte allo spiedo come degli involtini oppure potevano venire fritte o passate in forno come piatto di riciclo degli avanzi. Il condimento era spesso molto ricco, il più comune includeva prezzemolo, aglio, uva passa, spezie e agresto, una salsa ottenuta da cottura del mosto dell’uva acerba cui vengono aggiunti aceto e spezie.
La “consacrazione” della polpetta avviene nel 1881 grazie a Pellegrino Artusi che, nel suo famoso manuale “La Scienza in cucina e l’Arte di mangiar bene” le definisce “un piatto che tutti lo sanno fare cominciando dal ciuco, il quale forse fu il primo a darne il modello al genere umano”. Anche lui parla di condimento con uvetta passa e aggiunge i pinoli, e di polpette dalla forma sferica ma leggermente schiacciata ai poli, “come il globo terrestre”.
Anche se negli anni ’80 aveva lasciato il posto a piatti più moderni ed elaborati, è tornata con il tempo ad essere una pietanza stabile nei menu di casa ma anche in quelli di alta cucina. D’altronde si sa che nessuno può resistere a delle deliziose polpettine.

Fino ad ora si è parlato solo della storia culinaria italiana, ma nessuna parte del mondo poteva resistere al fascino delle polpette!
In Afghanistan sono un piatto tradizionale da consumare insieme alle zuppe casalinghe. In Germania sono chiamate Klopse e sono accompagnate da una salsa ai capperi.
Restando in Europa, in Grecia vengono farcite anche con il riso, in Spagna sono accompagnate da una salsa al pomodoro e in Norvegia sono servite insieme a patate bollite, marmellata di mirtillo rosso, piselli lessati e cipolle caramellate. In Svezia, le polpette sono il piatto nazionale, sono chiamate köttbullar e vengono aromatizzate con pepe bianco, sale e pimento, noto anche come pepe garofanato.
La fama delle polpette è arrivata anche oltreoceano, negli Stati Uniti sono le protagoniste del piatto italo-americano più famoso: spaghetti e polpette. La ricetta di questa pietanza cambia molto da Stato a Stato: a sud, ad esempio, sono più speziate e grandi, ed esiste anche la versione chiamata porcupine che prevede l’aggiunta di riso.

Si sa, al fascino delle polpette è difficile resistere! Anche noi le abbiamo interpretate in due golose varianti: al grano saraceno e alle rape rosse e ceci.
Provale entrambe, le puoi cucinare velocemente in 3 modi: al forno, preriscaldo a 180°, in soli 8-10 minuti, in padella con un filo d’olio per 10 minuti oppure in microonde per 3-4 minuti.

TI È PIACIUTO QUESTO ARTICOLO?

Iscriviti e resta sempre aggiornato su:

RicetteProdottiNews e consigliTutto!

Confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati*

CONDIVIDI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ho letto e accetto la privacy policy*