Carota viola, cece nero: ecco i cibi insoliti

Scopri le varianti di ortaggi per mangiare a colori

Carota Viola
  • condividi

In cucina, anche l’occhio vuole la sua parte. Quando si tratta di cibi non conta solo il loro sapore gustoso o la loro aroma invitante, ma anche la presenza visiva sul piatto. È risaputo, infatti, che mangiamo anche, e soprattutto, con gli occhi. Per questo l’aspetto dei cibi che scegliamo ha un’importantissima componente nella soddisfazione di mangiare. Scegliere cibi visivamente invitanti, curiosi, particolari, aumenterà notevolmente il piacere del pasto. Orientarsi sui prodotti giusti permette di avere un arcobaleno di colori sempre diverso nel piatto, ma per cambiare e sbizzarrirsi ancora di più esistono cibi dai colori peculiari e originali che non ci aspetteremmo mai.

 

Le varianti di colore più curiose dei cibi tradizionali


Orientarsi su cibi colorati, brillanti, appariscenti, influisce fortemente sul proprio umore e sull’atmosfera generale del pranzo o della cena, rendendola più gradevole e frizzante anche per ospiti e amici. Siamo abituati a identificare certe pietanze con dei colori precisi, ma esistono molte varianti naturali dei cibi che ben conosciamo in varianti di colori imprevedibili, che creano una combinazione davvero strana e curiosa per gli occhi. Quali sono i cibi che usiamo comunemente tutti i giorni disponibili anche in varianti rare dai colori sgargianti e inaspettati? Dalla carota viola, al pomodoro giallo, ecco i 4 cibi dai colori più insoliti che potrete trovare sulla vostra tavola.

 



Carota viola


Fin da bambini, con cartoni animati e libri da colorare, siamo abituati a sapere per certo che le carote sono di colore arancione. È arrivato il momento di ricredersi. Le carote esistono anche in una popolare variante di colore viola, con una sfumatura profonda e intensa. La carota viola è conosciuta e diffusa fin dal X secolo nel Medio Oriente, e soprattutto in Persia, e la riscoperta di questa vecchia varietà riporta sui banchi del mercato un prodotto antico ma originale al tempo stesso.

 

Melanzana bianca


A ben vedere, la carota possiede anche una terza sfumatura di colore oltre alla carota viola e arancione: quella bianca. Il bianco è anche il colore della varietà di melanzana designata dal nome scientifico Solanum Melongena. Questa melanzana bianca dal colore tenue è perfetta per preparare piatti delicati senza alterarne il candore.

 

Pomodoro giallo


Non è solo la carota viola a minare le nostre certezze in materia di colori alimentari. Sono in pochi a sapere che tradizionalmente il pomodoro non era di un rosso acceso, ma proprio giallo. Come dice l’etimologia del nome stesso, il pomodoro tradizionale possedeva la brillante tonalità dorata di un giallo vivo, e solo con il passare del tempo è stato selezionato per diventare rosso. Adesso, la variante originale che fino a 5 secoli fa rappresentava la norma è stata riportata a nuova gloria, pronta a condire e impreziosire ogni piatto. Senza allontanarci troppo, l’italianissimo pomodoro giallo del Piennolo rappresenta un’eccellenza vera e propria della Costiera Amalfitana.

 

Cece nero


Il cece nero è una variante meridionale del comune cece sultano e si differenzia per forma e colore: la forma a chicco di mais e la buccia rugosa hanno un colore nero intenso e un alto contenuto di fibre e ferro. È una variante poco nota, ma gustosissima, perfetta per zuppe saporite.

TI È PIACIUTO QUESTO ARTICOLO?

Iscriviti e resta sempre aggiornato su:

RicetteProdottiNews e consigliTutto!

Confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati*

condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ho letto e accetto la privacy policy*