Combatti lo stress con la terapia del suono

Prendi le cuffie... e rilassati!

terapia-del-suono
  • condividi

Data di pubblicazione

4 maggio 2017

Molte persone scelgono la musica per rilassarsi dopo un lavoro particolarmente impegnativo e negli ani molto studiosi hanno confermato che quest’azione ha delle spiegazioni scientifiche, infatti le vibrazioni sonore possono intervenire in maniera positiva su diversi disturbi. È per questo che la terapia del suono sta prendendo sempre più piede.

 

Infatti le culture indigene da secoli utilizzano la musica come cura, con vibrazioni basse e profonde per questo nel 2011 il gruppo Marconi Union ha collaborato assieme a degli studiosi del Mindlab International per trovare una canzone capace di ridurre l’ansia fino al 65%, da utilizzare come terapia del suono.

Gli scienziati l’hanno testata su quaranta donne che si sono sottoposte ad una serie di enigmi difficili, da risolvere nel minor tempi possibile. Ai partecipanti veniva fatta ascoltare della musica diversa, mentre veniva calcolato loro il livello di stress tenendo sotto controllo l’attività cerebrale e parametri quale frequenza cardiaca, respiro e pressione sanguigna.

 

Il gruppo maggiormente rilassato era quello che risolveva la prove mentre ascoltava la musica prodotta assieme al Marconi Union, che in realtà più che di una canzone si tratta di serie di note accostate proprio a questo scopo. Le armonie infatti erano state calcolate con cura, accostando ritmi che stimolavano il rallentamento della frequenza cardiaca, riducendo lo stress. Il brano dalla durata di otto minuti, ha intervalli armonici che sono stati creati per dare una sensazione di euforia, riuscendo a mantenere attiva l’attenzione del cervello in maniera da distoglierlo da pensieri negativi.

 

Anche altre persone affermano che la terapia del suono sia potente, tant’è che il musicista Istvan Sky Kek Eg ha voluto approfondire questa disciplina viaggiando in Tibet e Mongolia. Ora gira il mondo donando benessere a tutte le persone che lo vogliono ascoltare, Istvan infatti afferma che le sue composizioni creano delle vibrazioni musicali studiate per far ritrovare il sorriso alla gente. In molti centri di benessere al giorno d’oggi viene applicata la terapia del suono, attraverso un massaggio che rilassa mente e corpo. Così campane tibetane, arpe monocorda e altri strumenti vengono fatti vibrare e appoggiate sul corpo della persona in punti specifici, così il suono si espande in maniera circolare agendo nei blocchi energetici, mentre un massaggio delicato e costante dona un totale relax. I risultati? Prima di tutto una condizione pace, un miglioramento dell’insonnia e l’eliminazione della stanchezza cronica.

TI È PIACIUTO QUESTO ARTICOLO?

Iscriviti e resta sempre aggiornato su:

RicetteProdottiNews e consigliTutto!

Confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati*

CONDIVIDI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ho letto e accetto la privacy policy*